GIOVANNA FERRARA UNIMPRESA

ROMA – Per superare lo stallo che si è generato nel meccanismo dei superbonus, una possibile soluzione passa attraverso la discesa in campo delle regioni: gli enti regionali, con le loro società finanziarie, possono acquistare dalle banche i crediti fiscali che il settore bancario non può più gestire a motivo del raggiungimento dei limiti stabiliti dalle norme tributarie. È la soluzione che Unimpresa propone al governo e ai presidenti di regione, osservando che nella attuale situazione servono immediatamente 5 miliardi di euro per evitare il fallimento di migliaia di imprese, in particolare quelle di dimensione più piccola, a corto di liquidità. «Chiedo al governo di convocare urgentemente i presidenti di regione e di discutere una azione organica per risolvere il blocco dei cantieri e il consequenziale dissesto di molte attività di impresa, non solo nel campo dell’edilizia in senso stretto, ma anche di molte attività connesse alle ristrutturazioni e ai lavori» commenta il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara. «A quanto ci risulta, alcune regioni stanno già andando in questa direzione, ma si tratta di pochissimi casi. Serve un piano nazionale, che coinvolga tutti i territori, altrimenti si creerebbero insopportabili disparità di trattamento» aggiunge Ferrara. 

6 pensiero su “Superbonus: Unimpresa, regioni in campo per acquistare crediti dalle banche”
  1. … [Trackback]

    […] Find More to that Topic: focusitaliaweb.it/superbonus-unimpresa-regioni-in-campo-per-acquistare-crediti-dalle-banche/ […]

  2. … [Trackback]

    […] Read More Info here to that Topic: focusitaliaweb.it/superbonus-unimpresa-regioni-in-campo-per-acquistare-crediti-dalle-banche/ […]

Lascia un commento