ROMA – Il prezzo dell’oro è in aumento questa mattina sui mercati delle materie prime: il metallo prezioso schizza a 1.712,40 dollari l’oncia con un aumento dello 0,61%. Ciò significa che per 28,35 grammi di oro ci vogliono 1.733,58 euro. Un rincaro significativo dei mercati di settore, anche in considerazione del bene rifugio per antonomasia, e delle incognite dovute alla guerra che continua a mietere morti ma anche profonda incertezza.

3 pensiero su “Rincaristi delle materie prime: l’oro schizza a 1.712 dollari l’oncia”

Lascia un commento