“Il Consiglio regionale di oggi poteva essere l’occasione per prendere atto della necessità di cambiare registro e di avviare finalmente un ragionamento comune nell’interesse dei campani per superare sperequazioni e servizi negati o ridotti, ma come al solito la nostra proposta di coinvolgimento di tutte le forze in campo, è stata completamente ignorata. Abbiamo invece assistito solo ad un patetico tentativo di De Luca, da azzeccagarbugli di periferia, di giustificare il grave errore del 2019, con cui aveva chiesto di attuare l’autonomia differenziata senza introdurre i Lep. A questo punto, saremo costretti a fare noi proposte al Governo nazionale sopperendo alle sue lacune e alle sue omissioni. Per noi occorre il lavoro corale dell’intero Consiglio regionale, a cui va restituita centralità, per evitare sterili polemiche e strumentalizzazioni, e scongiurare la firma di una ‘cambiale in bianco’, la stessa che De Luca, oggi, ha ottenuto dalla sua maggioranza per esibirsi nelle sue solite prove teatrali che non portano mai a nulla. Per garantire ai nostri cittadini un trattamento uguale rispetto a quello delle altre regioni d’Italia è necessario che la proposta venga dalla Campania, a partire dall’affidare a una apposita cabina di regia regionale il compito di contribuire in maniera precisa a determinare criteri e modalità di fissazione dei Lep e individuare i temi sui quali costruire la nostra autonomia differenziata”. Lo afferma Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania.

Un pensiero su “Autonomia, Nappi (Lega): da maggioranza ‘cambiale in bianco’ per solita esibizione dell’uomo solo al comando ”

Lascia un commento