La Russia implicitamente ammette responsabilità

La perdita del Gasdotto Nord Stream 2 nel Baltico

Stoccolma – A più di una settimana dalle esplosioni che hanno coinvolto i gasdotti Nord Stream nel Mar Baltico, le fuoriuscite di gas continuano. Nonostante il tentativo di minimizzare le fuoriuscite di gas in mare, da parte di Gazprom, la Svezia ha smentito in queste ore il gestore russo, sottolinenando che le perdite continuano e che anzi sono aumentate di intensità. E’ stata la Guardia Costiera svedese a monitorare direttamente le fuoriuscite di gas dalle tubature. Dopo un volo effettuato stamattina sopra i luoghi interessati, riporta una nota dell’Autorità svedese,  la perdita del Nord Stream 1 non era più visibile, mentre “quella più piccola proveniente da Nord Stream 2 è leggermente più grande di ieri» e le bolle in superficie sono arrivate a superare i 30 metri di diametro”. Il Cremlino, intanto, risponde picche, accusando Usa e Svezia di puntare il dito contro di loro, neanche se non si sapesse già lo Stato autore di tutto ciò. La digressione di Peskov poi chiarisce l’atto in se per se: “Le condutture di Nord Stream potranno essere riparate e ripristinate, ma per ora non ci sono tempistiche specifiche. La reazione dell’Occidente è stata isterica, e per questo, la Russia non ha ancora chiaro con chi collaborare per ripristinare il flusso di Nord Stream“. Ogni commento è superfluo.

4 pensiero su “Sabotaggi alNord Stream 1-2: La Svezia smentisce Gazprom, le perdite continuano e sono aumentate”
  1. … [Trackback]

    […] Information on that Topic: focusitaliaweb.it/sabotaggi-alnord-stream-1-2-la-svezia-smentisce-gazprom-le-perdite-continuano-e-sono-aumentate/ […]

Lascia un commento