Nelle dichiarazioni di Giuseppe Conte, una domanda è apparsa lampante a tutti: “Il PD è pronto a fare una seria opposizione insieme a noi?”; ma perché questa domanda l’ex premier pentastellato d’azione non se l’è posta prima, magari costruendo un’intesa con il centro sinistra? Eh, signori, queste sono quelle domande da milioni di dollari alle quali non è possibile rispondere, ma lo farà sicuramente la Storia. Oggi però, un dato è certo: Il M5S, che si è affermato in maniera netta sono in quelle sacche di territorio dove si concentra il maggior numero di percettori del reddito di cittadinanza, adesso teme e non poco le modifiche alla super misura che ha permesso l’escalation della compagine grillina. E siccome tra sconfitti ci si intende, Conte si rivolge al PD di Enrico Letta, per una opposizione chiara, netta e coesa a salvaguardia di tutti quei decreti e decretini che danno il senso all’azione politica del Movimento 5 Stelle. Adesso non ci resta che attendere la definizione dei seggi per capire se poi in effetti anche se tutti d’amore e d’accordo, possano ostacolare i numeri della coalizione di governo a guida Fratelli d’Italia. E come si suol dire: ai posteri l’ardua sentenza… 

7 pensiero su “Elezioni 2022: M5S chiede al PD l’intesa all’opposizione. Prioritario l’argine a RDC”
  1. … [Trackback]

    […] There you will find 4042 more Information to that Topic: focusitaliaweb.it/elezioni-2022-m5s-chiede-al-pd-lintesa-allopposizione-prioritario-largine-a-rdc/ […]

Lascia un commento